VARIE

Welcome 2017 – Buoni propositi per il nuovo anno

10 febbraio 2017

Devo dire che pubblicare il post sui miei buoni propositi per il 2017 il 10 febbraio ha molto senso, oltre a dirla lunga su quanto riuscirò a rispettarli e portarli avanti.

Il 2016 è stato un anno strano. È iniziato male, ma per fortuna si è ripreso verso la fine con la qualifica da Make-up Artist, professione a cui ora voglio iniziare a dedicarmi interamente.

Il primo dei buoni propositi per il blog invece è quello di diventare più costante nella stesura dei post. Ho molte nuove idee che vorrei anche mettere in pratica e ormai sono diventata una “sepolta in casa blog edition” a causa dell’enormità di post arretrati da scrivere e prodotti di cui vorrei parlare. Avendo cambiato servizio di hosting, inoltre, trasferendo i dati ho perso la maggior parte dei post già pubblicati, foto comprese, e quindi devo darmi da fare anche per riempire nuovamente questo spazio un po’ vuoto.

Il secondo dei buoni propositi è di iniziare a scrivere anche in inglese. La maggior parte dei blog che seguo sono scritti anche in quella lingua e sono molto più accessibili a chi non vive in Italia. Non so se avete mai provato a usare Google Traduttore per un post in svedese, ecco…

Fino a qualche anno fa mi riusciva facilmente, scrivevo tantissimo in inglese e avevo la possibilità di parlare quotidianamente con dei madrelingua, raggiungendo un ottimo livello. Questa cosa è andata scemando moltissimo negli ultimi mesi, soprattutto perché non ho più avuto il tempo di esercitarmi a dovere né di trovare interlocutori con cui interagire. Quindi dedicarmi a questa piccola attività, oltre alla speranza di farmi raggiungere un maggior numero di persone, potrebbe rivelarsi un’interessante esercitazione linguistica e aiutarmi a tornare ai livelli di un tempo. Ovviamente dei post sul make-up non possono essere paragonati a dei testi universitari, ma si tratta comunque di un ottimo allenamento.

Il terzo buon proposito è di iniziare a parlare esclusivamente di prodotti cruelty-free. Da “mamma” di un coniglietto non posso più tollerare che ci siano ancora prodotti testati sugli animali, soprattutto perché ormai è stato provato che queste pratiche non sono più necessarie e non posso accettare il ricatto di quei paesi che li impongono ai prodotti di importazione solo per scoraggiarne le vendite.

Ciò non vuol dire che passerò esclusivamente ai prodotti Bio perché non ho problemi a spalmarmi il silicone in faccia: mi basta che sia cruelty-free.

L’ultimo proposito è di pubblicare nuovi tutorial e molti più look. Da quando ho fatto la scuola sono diventata molto più esigente e i look pubblicati finora non soddisfano più le mie aspettative attuali.

Insomma, spero che il 2017 sia l’inizio di un viaggio che, partendo dalla mia “nuova-me”, porti nuova energia e traguardi. Anche per questo blog.

Buon 2017 a tutti.

MUA - Undressed Eyeshadow Palette
Best of 2016

No Comments

Leave a Reply

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com