Best of catrice essence Kat von D kiko nabla nyx Purobio urban decay

Best of 2017

25 Marzo 2018

best of 2017

Parlare dei preferiti del 2017 a fine marzo la dice lunga su quanto sia stata lungimirante a non fare buoni propositi per l’anno nuovo, perché li avei già falliti tutti. In realtà il post era pronto da almeno un mese e mezzo, ma mancava da parte mia la volontà di pubblicarlo. Quale modo migliore quindi per tornare a scrivere sul blog se non con un post completamente fuori dal tempo e scombinato, come è stato il mio 2017?

Per evitare di nominare gli stessi prodotti degli anni scorsi, neanche stavolta li dividerò in categorie, ma vi mostrerò solamente i miei migliori acquisti dell’anno “appena” finito più alcuni mai mostrati prima.

Al primo posto della classifica, che classifica non è, si piazza la Dreamy Eyeshadow Palette di Nabla. Inizialmente non la volevo acquistare, poi l’ho sognata (mi sarò fatta suggestionare dal nome?) e ho deciso di prendere pochissimi giorni dopo il lancio. Continuo ad usare e amare questa palette come se fosse il primo giorno. I colori hanno una pigmentazione molto elevata, un’ottima durata e non perdono di intensità né durante né dopo l’applicazione, in più la texture è morbidissima e facilissima da sfumare. Decisamente un ottimo prodotto.

Passiamo poi a due correttori low cost che sono riusciti a tener testa alle mie mortifere occhiaie, ovvero i Liquid Camouflage High Coverage Concealer di Catrice. Hanno una texture liquida e leggera e una pigmentazione che li rende estremamente coprenti senza però appesantire o seccare una zona delicata come quella del contorno occhi. Tra i correttori low cost non hanno eguali e se vi capita di trovarli, non lasciateveli scappare.

Complice una pessima giornata di lavoro, nel 2017 mi sono regalata anche il mio primo rossetto liquido di zia Kat Von D, nella tonalità Lovecraft. Avendo l’apparecchio ai denti da due vite e mezzo, le mie più grandi paure fossero che si spalmasse sui denti o, peggio ancora, sugli attacchi. Fortunatamente si asciuga in fretta, non si appiccica né secca le labbra ed è sicuramente un prodotto che posso utilizzare senza dovermi preoccupare più di tanto. Il colore poi, bellissimo!

La scopertona del 2017 è una palette per il viso che in realtà avevo da tempo, ovvero la Naked Flushed Blush in Native di Urban Decay, composta da bronzer, illuminante e blush. Il bronzer è il classico color biscotto che regala l’effetto pelle baciata dal sole, viva, vegeta e in forze. I colori di blush e illuminante, leggermente più freddi e rosati, non stonano affatto col mio sottotono giallo limone e li ho sfruttati tantissimo per tutto l’anno. La palette è compatta e resistente, perfetta da tenere in borsetta o in un piccolo beauty. Posso anche dirvi che è resistentissima, dato che mi è caduta almeno dieci volte e non ha perso un colpo. Brava.

Sempre per quanto riguarda i prodotti per il viso, ho giurato fedeltà eterna all’illuminante n.01 di Purobio, verso cui non so più quali parole d’amore spendere. Crea un raggio di luce fotonica che si vede anche da Marte, quindi se preferite gli illuminanti discreti potrebbe essere too much, ma è bellissimo e sicuramente ne avrete sentito parlare ovunque.

Tornando in tema labbra e riaffrontando il dramma del rossetto che si trasferisce sull’apparecchio, ho trovato dei validissimi alleati nelle matite labbra di Essence, in particolare nella n.11 in the nude, e nei rossetti Velvet Matte di Kiko.

Le matite di Essence sono morbide e confortevoli e le ho usate spesso sia da sole che come basi per rossetti o balsami labbra.

I Velvet Matte sono tra i migliori rossetti che abbia mai provato e sicuramente i migliori di Kiko. Prima di tutto, pur essendo opachi non seccano le labbra e non evidenziano pellicine o screpolature, inoltre si fissano abbastanza in fretta e durano tanto, quindi oltre a non avere l’ansia di trovarli su denti e altro, potevo tranquillamente applicarli senza il pensiero di doverli ritoccare dopo poche ore.

Il mio mascara preferito, purtroppo non più reperibile, è stato il Kiko Fall 2.0. Ha un mini applicatore che regala tanto volume, lunghezza e definizione senza appesantire o incollare le ciglia. Per me è il miglior mascara del brand e mi auguro venga riproposto sia in altre collezioni limitate che nella permanente.

Come ultimo prodotto cito anche io l’Epic Ink Liner di NYX Professional Makeup, che probabilmente vi avrà fatto venire la nausea. È un eyeliner in penna con applicatore in setole che, a differenza dei suoi simili con la punta in feltro, non si secca mai. MAI. Purtroppo la forma dei miei occhi non va tanto d’accordo con gli eyeliner e non posso sbizzarrirmi chissà quanto, ma se proprio dovessi scegliere di usarne uno in penna, non esiterei a scegliere lui. Diciamo che la sua fama lo precede ed è una fama più che meritata.

Non mi sembra vero di esser riuscita finalmente a tirare fuori questo post dalle bozze e pubblicarlo, ma come si suol dire, meglio tardi che mai.

Vi lascio di seguito i link ai prodotti e spero che il 2018 mi dia tanta costanza, che ultimamente manca.

Nabla Dreamy Eyeshadow Palette
Catrice Liquid Camouflage High Coverage Concealer
Kat von D Lovecraft
Urban Decay Naked Flushed Blush in Native
Purobio Illuminante n.01
Essence in the nude
Kiko Velvet Matte
Kiko mascara Fall 2.0
Nyx Professional Makeup Epic Ink Liner

Tutti i prodotti citati sono Cruelty Free e Devil Approved

A presto,

Serena.

Make up Look - Cattleya
Kiko - Limited Edition Fall 2.0 Mascara & Eyeliner