Kiko – Natural Konjac Sponge

by Serena Ferrara

Kiko - Natural Konjac Sponge

Certo che ‘sti giapponesi ne sanno sempre una più del diavolo!

Ciao a tutti! Oggi parliamo di un prodotto che inizia a prendere piede anche nel nostro paese, ovvero della spugna in Konjac, derivata dalla pianta Amorphophallus konjac, nota principalmente per il suo utilizzo in campo erboristico, ed ora anche per la cura della pelle.

Ne esistono vari tipi, ognuna con una funzione specifica e determinati benefici. Io ho deciso di provare la spugna naturale di Kiko, principalmente perché è facilmente reperibile nei negozi, costa poco (5,90 €) e credo sia la scelta più comoda per iniziare ad utilizzare questo tipo di prodotti.

Spugna detergente dall’azione purificante, pre-umidificata in acqua distillata.
Composta al 100% da fibra naturale, derivante dalla radice della pianta giapponese Konjac, consente una pulizia del viso efficace e profonda.
Grazie all’irregolarità della superficie e alla capacità della fibra di catturare l’acqua e liberarla gradualmente, Natural Sponge rimuove cellule morte ed eccesso di sebo con un’azione esfoliante efficace ma delicata.
Adatta a tutti i tipo di pelle, in particolare per quelle impure e facilmente irritabili, Natural Sponge è una soluzione innovativa per la detersione quotidiana del viso.
La pratica cordicella permette di appendere comodamente la spugna ad asciugare dopo l’utilizzo.

Kiko - Natural Konjac Sponge Kiko - Natural Konjac Sponge Kiko - Natural Konjac Sponge

Se di sera, soprattutto dopo essermi struccata, mi armo di spazzoline e detergenti vari per rimuovere a fondo ogni residuo di trucco e impurità, al mattino questa spugnetta naturale è tutto ciò di cui ho bisogno per pulire e rinfrescare la pelle. Oltre a pulire, opera anche una leggera micro-esfoliazione, che non secca la pelle né la irrita. Mi basta semplicemente bagnare il viso, applicare una goccia di detergente sulla spugnetta, massaggiare sul viso, e sono pronta.

Inizialmente temevo quest’azione esfoliante perché, avendo la pelle secca, ci vuole poco a peggiorare la situazione, invece è da circa un anno che la uso e non ho avuto alcun problema. Essendo stata creata per la pulizia del viso, non strucca affatto e non rimuove neanche gli ultimi residui rimasti. Avete presente quegli aloni da panda dovuti a mascara, matite e eyeliner che si appiccicano alla pelle e non si staccano più? Ecco, per quelli dovete andare di struccante.

Una volta asciutta diventa dura come una pietra e per utilizzarla basta semplicemente ammorbidirla con acqua tiepida. Io in genere la cambio ogni tre mesi, anche perché ad un certo punto inizia ad ingiallirsi e sfaldarsi e quindi è proprio lei che vi fa capire che è giunta l’ora di sostituirla.

Personalmente vi consiglio di provarla e vi posso assicurare che non ne farete più a meno!

Saluti e alla prossima,

Serena.

You may also like